Logo_MiC_2021_quadrato

SOPRINTENDENZA ARCHEOLOGIA BELLE ARTI E PAESAGGIO PER LE PROVINCE DI L'AQUILA E TERAMO


Benvenuti nel sito della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di L'Aquila e Teramo, istituto territoriale del Ministero della Cultura che opera nell’area geografica delle province di L'Aquila e Teramo, con particolare riferimento alle attività di tutela, restauro, studio, ricerca e valorizzazione del patrimonio culturale

AVVISO

Si informa che dal 24 giugno 2022 sono state attivate le nuove caselle di

POSTA ELETTRONICA ORDINARIA 

del Ministero della Cultura con dominio @cultura.gov.it, in sostituzione del precedente @beniculturali.it.
Fino al 15 gennaio 2023 tutti i messaggi di posta elettronica ricevuti su dominio @beniculturali.it saranno reindirizzati automaticamente sulla nuova PEO ed il mittente, esterno al MIC, riceverà una risposta automatica contenente l’invito ad utilizzare, per i successivi invii, la nuova mail con dominio @cultura.gov.it.
I nuovi indirizzi mail sono strutturati secondo la seguente modalità: nome.cognome@cultura.gov.it

Il NUOVO INDIRIZZO PEC è il seguente: sabap-aq-te@pec.cultura.gov.it

Si invitano gli utenti a consultare sempre le sezioni dedicate del sito istituzionale per ogni aggiornamento.

NEWS/EVENTI

29.11.2022

MAPPATURA-DEF-PRESEPI-731x1024

AL VIA IL CENSIMENTO DEI PRESEPI TRADIZIONALI E DELLE CULTURE DELLA RAPPRESENTAZIONE DELLA NATIVITÀ

Si avvicinano le festività natalizie e i borghi abruzzesi si immergono, come tutti gli anni, in un’atmosfera dove tradizione, fede e arte si uniscono all’opera degli artigiani e alla vitalità delle comunità locali per dare vita a numerosi, talvolta davvero unici, presepi tradizionali.

La Soprintendenza intende promuove il PROGETTO DI SCHEDATURA avviato dall'ICPI (Istituto Centrale per il Patrimonio Immateriale), i cui obiettivi e finalità sono descritti alla pagina https://icpi.beniculturali.it/presepi-ditalia.

Nelle province di L’Aquila e Teramo, infatti, esistono numerose forme di rappresentazione della Natività (presepi viventi, vie dei presepi, presepi artistici permanenti), attorno alle quali peraltro si sono sviluppate nel tempo, a volte secoli perfino, attività artigianali tradizionali, rassegne e mercatini che proseguono ancora al giorno d’oggi, collezioni e raccolte museali.

Come non ricordare ad esempio le caratteristiche statuine in terracotta ("mammuccje" e "pasquarelli") realizzate nelle botteghe di Pacentro, oppure il suggestivo presepe subacqueo composto da sculture in ceramica di Castelli che vengono depositate sul fondo del Lago di San Domenico, a Villalago.

VILLALAGO PRESEPE

Proprio a Castelli, peraltro, un presepe monumentale ha fatto storia: modellato nella caratteristica ceramica locale da docenti e allievi dell’Istituto statale d’arte Grue tra il 1955 e il 1965, si compone di 54 statue a grandezza naturale, che hanno avuto l’onore di essere esposte in passato a Gerusalemme e Betlemme e più di recente a Roma in Piazza San Pietro per il Natale 2020. Altro presepe legato all’acqua, invece, è quello che viene fatto riemergere dal mare di fronte a Giulianova, dove il 6 gennaio una fiaccolata di sub accompagna l’arrivo dei Re Magi alla capanna pOsta al centro del bacino portuale.

Rinomate e singolari sono anche l’esposizione di presepi nei vicoli del centro storico di Pescasseroli, il presepe di cartapesta a grandezza naturale di Civitella Alfedena, i presepi itineranti che si svolgono da più di cinquant’anni a Pereto nella Marsica e a Cerqueto sul versante teramano del Gran Sasso, e il grande presepe rievocativo degli antichi mestieri dei Monti della Laga (oltre 600 mq di superficie) esposto nel Museo etnografico di Torricella Sicura.

Per questo motivo la Soprintendenza invita

tutti i soggetti interessati (enti pubblici, associazioni, pro loco, ma anche singoli addetti ai lavori come demoetnoantropologi)

a COMPILARE la SCHEDA di DOCUMENTAZIONE e RILEVAMENTO

per partecipare attivamente alla schedatura, raggiungibile al sito: https://www.cittadeipresepi.com/mappatura-dei-presepi/

__________________________________

- Pubblicato il decreto di approvazione per il conferimento di incarichi di collaborazione

- Riapertura della Biblioteca

- Riapertura dell'Archivio Fotografico


AVVISO AL PUBBLICO - EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID-19

A seguito delle disposizioni governative e ministeriali emanate in relazione all'Emergenza COVID-19 si comunica quanto segue:

  1. L’apertura al pubblico è momentaneamente sospesa, così come le attività che prevedono sopralluoghi o riunioni fuori sede.
  2. Il recapito della corrispondenza è possibile solo tramite posta elettronica, pec, servizi postali o corriere autorizzato.
  3. L’ufficio continua a lavorare secondo le restrizioni disposte dalle norme emergenziali, garantendo le funzioni essenziali da svolgere "in presenza" e affidando al restante personale il compito di proseguire “a distanza” le normali attività istruttorie e tecnico-amministrative.
  4. L’ufficio di direzione/segreteria è operativo tutti i giorni feriali (09.00-13.00) e raggiungibile via telefono/mail (vedi); i funzionari responsabili di zona (archeologi, architetti, storici dell’arte) sono reperibili via telefono/mail (vedi) secondo l'orario di ricevimento (vedi).
  5. Fino a nuove disposizioni le aree archeologiche in consegna (Forcona, Castel di Ieri) restano chiuse al pubblico.
  6. Per garantire la ragionevole durata e la celere conclusione dei procedimenti (richiamando comunque le disposizioni di legge emanate in merito alla sospensione dei termini dei procedimenti amministrativi e degli atti in scadenza) sono state adottate diverse modalità di istruttoria e confronti a distanza, anche per via telematica, soprattutto per le complesse procedure connesse alla ricostruzione post sisma, che coinvolgono i rapporti con gli altri enti operanti nel settore.