TERRITORIO

Il territorio di competenza della Soprintendenza comprende il CRATERE SISMICO - territorio interessato dal TERREMOTO del 2009 - composto dal Comune di L’Aquila e da altri 56 comuni situati nel territorio circostante, compreso tra il Gran Sasso e il Velino Sirente, lungo la valle dell’Aterno fino alle gole di Popoli.

Il termine “cratere sismico”, secondo una definizione di carattere giuridico, comprende “i comuni interessati dagli eventi sismici che hanno colpito la regione Abruzzo a partire dal 6 aprile 2009, che hanno risentito di un’intensità MCS uguale o superiore al sesto grado” secondo il Decreto n. 3 del Commissario Delegato – Presidenza del Consiglio dei Ministri del 16 aprile 2009.

Si tratta di 56 comuni con epicentro la città dell’Aquila: un'area molto vasta, corrispondente a circa un quarto della superficie regionale, con una popolazione di circa 140.000 abitanti, che parte dai confini con il Lazio e si spinge verso sud ovest, lungo la Valle dell’Aterno, fino a Popoli e alla confluenza nel fiume Pescara, delimitata a nord dalla grande catena del Gran Sasso e a sud dai massicci del Velino Sirente e dell’Altopiano delle Rocche.

Il Comune dell’Aquila è uno dei più estesi d’Italia (posizione n. 9 fonte ISTAT del 09/10/2011), prima del sisma del 2009 risiedevano 72.696 abitanti, e conta un grande centro storico, circondato da oltre 60 frazioni, metà delle quali costituite da antichi borghi e villaggi risalenti alle origini della città, che hanno contribuito a realizzare nel XIII secolo come “castelli fondatori”.

Area Sisma 2009

I territori dei comuni sono distribuiti tra la provincia dell’Aquila (32 comuni), la provincia di Teramo (7 comuni sul versante nord del Gran Sasso) e la provincia di Pescara (7 comuni alle estreme pendici orientali del Gran Sasso):

Provincia dell'Aquila: Acciano, Barete, Barisciano, Bugnara, Cagnano Amiterno, Campotosto, Capestrano, Capitignano, Caporciano, Carapelle Calvisio, Castel del Monte, Castel di Ieri, Castelvecchio Calvisio, Castelvecchio Subequo, Cocullo, Collarmele, Fagnano Alto, Fontecchio, Fossa, Gagliano Aterno, Goriano Sicoli, Lucoli, Montereale, Navelli, Ocre, Ofena, Ovindoli, Pizzoli, Poggio Picenze, Prata d'Ansidonia, Rocca di Cambio, Rocca di Mezzo, San Demetrio né Vestini, San Pio delle Camere, Sant'Eusanio Forconese, Santo Stefano di Sessanio, Scoppito, Tione degli Abruzzi, Tornimparte, Villa Santa Lucia degli Abruzzi, Villa Sant'Angelo;

Provincia di Teramo: Arsita, Castelli, Colledara, Fano Adriano, Montorio al Vomano, Penna Sant'Andrea, Pietracamela, Tossicia;

Provincia di Pescara: Brittoli, Bussi su Tirino, Civitella Casanova, Cugnoli, Montebello di Bertona, Popoli, Torre dè Passeri.